Il mondo nella mia cucina – Seconda parte

0 Ratings

Seconda parte. Ricette italiane. A modo mio. Scrivere un libro di cucina è nello stesso tempo la cosa più facile e la più difficile. Facile perché, più o meno, tutti siamo capaci di cucinarci un uovo al tegamino, anche se c’è quel vecchio detto che recita “Bravo quel cuoco che sa cucinare un uovo”; ad

Add to BookShelf

  • Genere:
  • Pubblicato:
    24 ottobre 2015
  • Tipologia:
    Stampato
  • Lingua:
    Italiano

Panoramica

Il Libro

Seconda parte. Ricette italiane. A modo mio. Scrivere un libro di cucina è nello stesso tempo la cosa più facile e la più difficile.
Facile perché, più o meno, tutti siamo capaci di cucinarci un uovo al tegamino, anche se c’è quel vecchio detto che recita “Bravo quel cuoco che sa cucinare un uovo”; ad ogni modo, bene o male, mangiamo tutti, tutti i giorni e quindi ricette ne conosciamo tutti.
Difficile però trovare le ricette giuste al momento giusto, le cose da fare in modo semplice e gustoso.
Libri di ricette ne esistono a migliaia e questo non vuole essere meglio degli altri.
Sono ricette raccolte vagabondando. Una qui, una lì, adattate però ai nostri gusti, usando ingredienti noti, rielaborate, provate e riprovate, fino ad essere quasi casalinghe.
Ho mantenuto un certo itinerario di viaggio, seguendo il filo di come sono state raccolte.
L’Italia è la patria della buona cucina, dicano quel che vogliono i Francesi! Ogni regione, che dico, ogni città, ogni paese ha il suo piatto tipico, la sua ricetta segreta e sinceramente non saprei trovarne uno che non sia buono.
Partirò da Venezia, Repubblica Marinara, Regina del Mare, ponte sul mondo. La sua cucina è ricca, varia, aromatica: ha preso il meglio dei piatti orientali, li ha resi appetibili ai nostri palati, li ha fatti parlare dialetto!

Capitolo 1
PANADELA

Indicata per i bambini, le partorienti, le perso-ne di una certa età ed espressamente consigliata da Alvise Cornaro nei suoi “Discorsi sulla vita sobria” e sostenuta anche dalla scienza medica nelle parole di un medico-poeta, Lodovico Pastò che così scrisse:
“Volè donca saver qual sia quel alimento
che al omo in ogni età xe più de giovamento?
El pan! Xe giusto lu!
Ma i povari bambini? E quei che no gà i denti?
In cossa ve perdeu! Par che sì nati gèri!
Grateghelo, perdio! E deghelo a scuglieri!”
(Volete dunque sapere quale che sia quell’ali-mento che all’uomo in ogni età dà più giovamento? Il pane! Proprio lui! Ma i poveri bambini? E quelli che non hanno i denti? IN cosa vi perdete! Sembra che siate nati ieri! Grattatelo, perdinci, e dateglielo a cucchiai!”

“Ingredienti:
pane raffermo
brodo
formaggio grattugiato
cannella
Fate biscottare in forno il pane avanzato fino a farlo dorare. Grattugiatelo in polvere non trop-po fine. In una pentola fate bollire del brodo e ag-giungete un cucchiaio del pane grattugiato per ogni mestolo di brodo e continuate a far bollire. Appena si addensa, aggiungete il formaggio grattugiato, un cucchiaino a persona e versate nei piatti, spolve-rando con cannella.
Da non confondere col…”

 

GNOCCO FRITTO

Secondo il mio parere, il modenese è il migliore e infatti questa è la ricetta base che ogni casalinga che si rispetti tiene nel cassetto della cucina.
Il Gnocco fritto va bene a colazione, a pranzo, a cena, come spuntino e come relax, mangiato caldo nelle sagre con mortadella appena affettata o al bar con una fettina di salame.

Ingredienti:
500 gr farina
70 gr di strutto
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di bicarbonato
180 ml di acqua tiepida”

“Impastare insieme la farina con l’acqua, il sale, il bicarbonato e lo zucchero. Poi aggiungere lo strutto e amalgamare fino a rendere il tutto una pasta morbida e scivolosa. Lasciarla riposare per circa mezz’ora, così che lieviti. Stenderla su una spianatoia in una foglia sottile, tagliarla a losanghe o quadrati e friggerla in olio bollente. La vera mas-saia modenese userà lo strutto per friggerla, meglio se aromatizzato con varie erbe (rosmarino, salvia, prezzemolo) ma va benissimo anche l’olio.
Va servito caldissimo, appena uscito dalla frig-gitura, con mortadella e affettati vari.”

Oppure Acquista un eBook Kindle

DETTAGLI
  • Tipologia: Stampato
  • Editore: Santi Editore
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 9788899531089
  • Dimensioni: 15cm x 21cm con copertina morbida
Recensione dei lettori

Valutazione media del cliente

0 Ratings
Recensisci per primo “Il mondo nella mia cucina – Seconda parte”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ancora non ci sono recensioni.

Registration

Forgotten Password?