Il segreto dei Lanzechenecchi

0 Ratings

Nei sotterranei del Museo degli Eremitani a Padova viene scoperta per caso una stanza murata in cui ci sono sette armature di Lanzichenecchi, una cassetta di legno e un tappeto persiano. Ma ben presto Alfeo Bergianti, il curatore del Museo, si accorge che le armature contengono ancora i corpi dei soldati di ventura, corpi mummificati

Add to BookShelf

  • Genre:
  • Originally Published:
    30 luglio 2015
  • Hardcover:
    Stampato
  • Language:
    Italiano

Panoramica

 

Il Libro

Nei sotterranei del Museo degli Eremitani a Padova viene scoperta per caso una stanza murata in cui ci sono sette armature di Lanzichenecchi, una cassetta di legno e un tappeto persiano. Ma ben presto Alfeo Bergianti, il curatore del Museo, si accorge che le armature contengono ancora i corpi dei soldati di ventura, corpi mummificati ma stranamente “vivi” e che cose misteriose accadono in quella stanza. Chiede quindi il consiglio del suo amico giornalista Tony Falco e insieme cercano di capire cosa sta succedendo. Nel frattempo Clotilde Donati sta vendendo il palazzo di famiglia ai giapponesi e si ritrova coinvolta con il ritrovamento del Museo. In parallelo si svolge la vicenda di Bianca Maria Donati e di Don Pedro de Almeida, uno dei Lanzichenecchi trovati al Museo che, nel 1509 si sono incontrati ed amati, arrivando poi al compimento dei fatti che hanno portato i sette soldati spagnoli in quel sotterraneo e svelando un segreto rimasto sepolto per secoli.

Capitolo 1

Era una tiepida serata di inizio primavera e Padova splendeva in una luce patinata e rosea che metteva in risalto i palazzi antichi, le piazze, i campanili. L’inverno certamente non era ancora finito e ci sarebbero ancora stati giorni di nebbia, ma in quella giornata regalata e colma di sole, Padova era  sembrata un’altra città, più viva e più allegra.

Nick Falco, le mani infilate nelle tasche del giubbetto di jeans, camminava a passo svelto. Gli piaceva girare a piedi per la città e quando poteva faceva a meno della macchina; quella sera, poi,  il suo amico Alfeo gli aveva telefonato mezz’ora prima dandogli appuntamento ad un bar del centro per l’aperitivo e sembrava avere urgenza, anche se non lo aveva espresso chiaramente. Nick e Alfeo si conoscevano ormai da molti anni e questo aveva acuito tra loro una specie di sesto senso che permetteva loro di capirsi anche senza dire troppe parole. Ora Nick aveva sentito che Alfeo era preoccupato, quasi spaventato e così si trovò a camminare a passo sempre più veloce per arrivare in tempo all’appuntamento. Nick Falco era un giovane giornalista di cronaca al giornale locale e parecchi anni prima si era incontrato con Alfeo Bergianti, curatore del Museo cittadino, uomo di mezza età pacato e gentile. 

C’era stato un tentativo di furto al Museo e Nick si era trovato a curiosare da quelle parti. Malgrado la differenza di età e di lavoro,  i due uomini si erano scoperti gusti in comune ed era nata un’amicizia che era continuata negli anni, anche se Nick  aveva quasi vent’anni meno del suo amico e non nutriva un grande interesse nelle cose morte, quello che è morto è morto e lasciamolo dov’è, era il suo motto preferito e quindi gli faceva un po’ ridere la passione sfrenata che Alfeo dedicava a pietre e reperti antichi.

Nello stesso tempo, però, lo ammirava moltissimo per quella sua dedizione totale al passato, per quel suo volere a tutti i costi continuare a tenerlo vivo per le nuove generazioni. Alfeo, dal canto suo, si era affezionato a quel giornalista sbandato, senza famiglia e sempre in giro. In un certo modo, lo aveva quasi adottato, così come aveva fatto sua moglie, Margherita, donna colta e serena che badava alla casa e ai tre figli senza perdere mai il senso dell’umorismo. Nick a volte si accorgeva che considerava Alfeo come un secondo padre e Margherita come la sua confidente, la sua amica, la zia che non aveva vicina. E, doveva ammettersi, li sfruttava tranquillamente, tutti e due!

Quando poteva andava a cena da loro, spesso Margherita gli faceva il bucato e quando era stato malato, Alfeo era venuto a prenderlo e lo aveva trasferito a casa sua, spostando di camera Giacomino, il più piccolo dei suoi figli, per fare posto a lui. 

Per tutte queste ragioni, la telefonata di Alfeo, ermetica e con quel tono di voce particolare, gli aveva fatto nascere dei sospetti: che l’amico si trovasse in qualche difficoltà insormontabile, che Margherita fosse malata, che uno dei suoi figli fosse finito nei guai….

Il giovane giornalista arrivò all’appuntamento con qualche minuto di anticipo, ma Alfeo era già lì e stava bevendo un Martini. Senza salutarlo, chiamò il cameriere e ne ordinò altri due, poi disse, brusco.

  Nick, ho bisogno del tuo aiuto. No, del tuo consiglio.

  Cosa è successo? Guai a casa? Soldi?

  Niente di tutto questo. E’… si tratta del Museo.

Nick si rilassò, bevve il Martini che gli avevano portato e si guardò intorno, era l’ora di punta e il bar si stava riempiendo, gli piaceva guardare la gente e vedere se c’era qualcuno di interessante, anzi, se c’erano donne interessanti! La sua natura di single lo portava ad essere sempre pronto a captare quando c’era qualcosa di buono e, come si vantava con gli amici, aveva un fiuto impeccabile e una picchiata che non sbagliava mai! Altrimenti, perché l’avrebbero soprannominato Falco? E poi Alfeo stava bene, la sua famiglia stava bene, non aveva bisogno di soldi, tutto andava per il meglio e poteva dedicarsi al suo hobby preferito! Disse, la voce leggera.

  Come sta il tuo Museo? Ti hanno portato via qualche pezzo di pietra? O qualche osso?

Alfeo corrugò la fronte, non apprezzava le battute di spirito dell’amico sul suo Museo, per lui era come la vita stessa, ma cercò di non badarci. Sorseggiando il Martini cominciò a parlare, guardingo.

  Sai che il trasloco agli Eremitani è quasi concluso del tutto.

Nick annuì, c’era qualcosa nell’amico che lo metteva a disagio, qualcosa che non riusciva a capire.

  Allora?

Oppure Acquista un eBook Kindle

DETTAGLI
  • Hardcover: Stampato
  • Publisher: Santi Editore
  • Language: Italiano
  • ISBN-10: 9788890624995
  • Dimensions: 15cm x 21cm con copertina morbida
Recensione dei lettori

Valutazione media del cliente

0 Ratings

Solo i clienti registrati che hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Non ci sono ancora recensioni.

Registration

Forgotten Password?