La morte è fatta a scale

0 Ratings

11 brevi racconti

Add to BookShelf

  • Genere:
  • Pubblicato:
    17 Marzo 2019
  • Tipologia:
    Stampato
  • Lingua:
    Italiano

Panoramica

L’AMORE MANGIA TUTTO

di “Alska R.”

È la storia di un sentimento che divora  l’anima, il corpo e annebbia la vista. Un’amicizia che diventa passione; un desiderio che porta alla perdizione; un cuore che sanguina e vuole la sua vendetta.

È la storia di Chiara che amava Alice; di Alice che amava Dario e di Dario che amava se stesso.

I cuori sono tre, ma ne resterà solo uno.

IL NIDO DELL’AQUILA

di “Anna Ferrari Scott”

La scala di un condominio di quattro piani è il percorso quotidiano del protagonista Aldo, cieco dalla nascita. In quelle rampe lui conserva ricordi, paure, odori finché, un giorno, tutto ciò riprende vita e si fissa su un corpo femminile che ritorna, come un fantasma, dopo venticinque anni di assenza.

LA SCALA A CHIOCCIOLA

di “Daniele Marchi”

Tutto iniziò da una email. La musichetta di apertura del computer lo tranquillizzò, ma il contenuto dell’email gli aggrovigliò le budella e dall’esofago salì un retrogusto acido.

SCHISM

di “Enrico Cristalli”

Un tragico evento ha spaccato la vita di una giovane coppia. Ciò che rimane è sepolto tra fredde macerie fatte di incomunicabilità, distanza e ricordi sbiaditi. Ancora troppo pesante è il contenuto della stanza al piano di sopra e, per raggiungerla, c’è una scala a chiocciola. Ricominciare a volte vuol dire abbandonare. Come dopo uno scisma.

SCALE PULITE

di “Gerantonio Guarnieri

Il protagonista: la vendetta.

Il momento: oggi.

Il sapore: amaro.

Dicono che fare le scale è salutare, a volte è meglio prendere l’ascensore.

LE URLA DENTRO

di “Gianluca Toti”

Rumore. Rumore ovunque.

Siamo talmente travolti dalla vita frenetica di tutti i giorni che chiunque va alla ricerca della propria oasi di pace che di solito troviamo all’interno delle mura domestiche.

È così bello rifugiarsi nell’oasi… Ma cosa succede se un po’ alla volta il tuo angolo di pace ti travolge e ti fa perdere il contatto con la realtà? Cosa succede se la frenesia, il rumore, l’apatia prendono il sopravvento?

Per fortuna ci sono le scale che collegano la tua casa, la tua oasi, con il mondo esteriore.

Ma le scale possono nascondere i nostri incubi peggiori e, quando ormai ti sei perso, prima o poi busseranno alla tua porta e si materializzeranno.

SPIC & SPAN

di “Marcello Mendogni”

Sono bianche le scale del condominio di via Condotti; quale sarà la giusta miscela dei detersivi che possono depurare una passione non corrisposta?

I RICORDI DELLE SCALE

di “Raffaella Risolo”

A tutti è capitato di soffrire per amore. Magari anche di essere traditi.

Ma per Alice il dolore è diventato ormai insopportabile. Soprattutto perché lei, insegnante dalla vita tranquilla e un bilocale in affitto, è stata sostituita nel cuore del suo amato da una modella-aspirante-attrice. A nulla serve il conforto della sua amica più cara e anche uscire con altri uomini non l’aiuta a dimenticare la pena a cui l’ha condannata Riccardo. Durante una delle tante notti insonni, però, Alice ha una folgorazione: se non potrà più essere felice, non lo sarà nemmeno lui. Riccardo morirà e sarà proprio lei a ucciderlo. Un evento inaspettato, tuttavia, sconvolgerà i suoi piani.

CIAO, COME STAI?

di “Roberto Marzioli”

Ciao, come stai? Quante volte lo abbiamo detto, ripetuto, ascoltato.

Una frase gentile, di cortesia, che avvicina le persone. Ma siamo sicuri che sia sempre così?

Sarah è una ragazza come tante altre: una vita normale, un lavoro poco soddisfacente, qualche amica.

Vive da sola con il suo gatto. E con un computer. Le piace di tanto in tanto navigare sul web, frequentare i social, chattare. Una sera che all’apparenza non ha nulla di speciale Sarah entra in chat. Non sa che in realtà sta entrando in un incubo, non sa che da quel momento la sua vita inesorabilmente cambierà. Proverà tensione, paura, dolore. Si troverà chiusa in una gabbia da cui le sembrerà impossibile uscire…

Perché il progresso tecnologico evolve e non si ferma. E così anche il crimine.

ASSASSINIO SUL PO

di “Rosanna Figna”

La storia di una vendetta, di una giustizia compiuta secondo le leggi del contrappasso; in questo caso, a parte l’elemento finale di una scala in legno, la scala è più che altro la vicenda stessa che porta verso il basso chi era all’apice e fa risaltare invece la persona che era sottomessa, con l’aiuto di un percorso teatrale ed ironico.

LA SCALA DELLA PRESIDENZA

di “Sabina Bruschi”

L’indagine per l’omicidio del Direttore Generale di una grande banca raccontata da due diversi punti di vista: quello del suo amato cocker spaniel e quello del brigadiere incaricato di risolvere il caso.

 Oppure Acquista un eBook Kindle

DETTAGLI
  • Tipologia: Stampato
  • Editore: Santi Editore
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 9788899531836
  • Dimensioni: 15cm x 21cm con copertina morbida
Recensione dei lettori

Valutazione media del cliente

0 Ratings
Recensisci per primo “La morte è fatta a scale”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ancora non ci sono recensioni.

Registration

Forgotten Password?