La notte ha il pizzo nero

0 Ratings

Iris, splendida single ventottenne e bisex, spregiudicata, vanitosa e soprattutto libera, vive da sola in una città del centro Italia. Dai suoi partner occasionali cerca solo sesso, dichiarando di non amare nessuno e di non  volersi legare.

Add to BookShelf

  • Genere:
  • Pubblicato:
    Maggio 2016
  • Tipologia:
    Stampato
  • Lingua:
    Italiano

Panoramica

Il libro

Iris, splendida single ventottenne e bisex, spregiudicata, vanitosa e soprattutto libera, vive da sola in una città del centro Italia. Dai suoi partner occasionali cerca solo sesso, dichiarando di non amare nessuno e di non  volersi legare.

Capitolo 1 

La luce del mattino esplode nella mia stanza, e un vento fievole fa danzare la tenda in un tango appassionato. Dalla finestra aperta entra veemente come un cavaliere al galoppo il profumo di rose gialle e gelsomino dal mio giardino. Si mescola alle ciglia assonnate e alla mia carne che ha spudoratamente abusato per tutta la notte del corpo di un uomo.

Il sole maestoso mi riscalda i piedi e dolcemente apro definitivamente gli occhi. Avverto dei rumori lievi in lontananza. Non ho ancora voglia di alzarmi. Sento il calore del giorno invadermi. Annuso lentamente con sospiri sognanti il letto stravolto dalla voluttà notturna. Stringo il cuscino e un piacere da percuotere i nervi mi inebria dandomi energia per il risveglio. La mia pelle vibra come corda di violino toccata con maestria. I miei sensi sono alla ribalta. Mi tolgo il pigiama di seta pura rimanendo nuda.

Il sole sui piedi mi mette più calore, è come se fosse un abile massaggiatore, che con le sue dita cerca di sprigionare la sua essenza. Mi giungono ondate di caldi movimenti, le mie mani si allungano verso la mia fica rasata, pura come sorgente di montagna. Sfioro le labbra del mio Eden e con un dito entro con molta delicatezza. Una struggente e selvaggia voglia mi fa accelerare il ritmo del mio dito medio, subito accompagnato dall’indice. Il mio corpo geme e le fiamme divampate dal desiderio si bagnano in pochi istanti di rugiada. L’incanto dell’orgasmo mi riporta al silenzio propagato dal giorno.

Mi metto sul fianco e allungo le mani verso l’altro cuscino. Tutto questo silenzio mi commuove. Sembra un compositore intento a portare a termine la sua ultima fatica, quella che lo consacrerà al grande pubblico. Non capisco che ore siano. Non gli do’ peso, comunque sia sono allegra. Divampa con solerzia il giorno, danzando con i miei istanti. Sono contenta perché anche questa notte un uomo ha bruciato le mie vene con il suo corpo di brace e di meraviglie viziose.

Mi alzo a fatica nuda e scalza dirigendomi verso la finestra. Osservo la vita che in lontananza frettolosa scorre ignara del mio corpo, che già dal mattino incarna il sogno, che ama essere celebrato come una reliquia in un santuario. Sono stanca, mi rimetto sul letto indossando il pigiama caduto vicino al comodino. I miei occhi si spalancano sorpresi alla vista di un biglietto scritto da una mano maschile. Sorrido e mi allungo leggiadra come una ballerina a leggerne il contenuto. Mi siedo a gambe incrociate iniziando a leggere. C’è scritto che gli mancherò e che presto verrà a rubarmi l’odore con cesti di baci. Stringo a me il foglio chiudendo gli occhi.

 

Oppure Acquista un eBook Kindle

DETTAGLI
  • Tipologia: Stampato
  • Editore: Baciami Editore
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 9788899206345
  • Dimensioni: 15cm x 21cm con copertina morbida
Recensione dei lettori

Valutazione media del cliente

0 Ratings
Recensisci per primo “La notte ha il pizzo nero”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ancora non ci sono recensioni.

Registration

Forgotten Password?