Vampire

0 Ratings

Ofelia ed Alice sono vampire. Sono nate così e vivono in modo diverso la loro condanna. Mentre Ofelia è perfettamente inserita nella società moderna e non trova alun problema al fatto che, ogni tanto, le venga voglia di bere sangue umano, per Alice questo è una cosa che la fa soffrire e che male accetta.

Add to BookShelf

  • Genere:
  • Pubblicato:
    24 febbraio 2015
  • Tipologia:
    Stampato
  • Lingua:
    Italiano

Panoramica

Il Libro

Ofelia ed Alice sono vampire. Sono nate così e vivono in modo diverso la loro condanna. Mentre Ofelia è perfettamente inserita nella società moderna e non trova alun problema al fatto che, ogni tanto, le venga voglia di bere sangue umano, per Alice questo è una cosa che la fa soffrire e che male accetta.
Ma nelle loro vite entrano due uomini, due uomini normali che si innamorano di loro e che dovranno accettare o respingere la natura ambigua delle loro partner.
Ofelia decide che Gaspar sarà il suo futuro, si confiderà con lui, gli darà la chiave della sua vita e con lui proseguirà in un crescendo di erotismo e amore che li consumerà, rendendoli quasi simili. Alice farà più fatica ad accettare Alex, anche perchè la sua vita sarà sconvolta e quasi distrutta dall’incontro con Ofelia, dalle rivelazioni che ne avrà e dalle decisioni che dovrà prendere.
Ofelia e Alice, due Vampire che si aggirano tra di noi, che sembrano come noi, che vivono in mezzo a noi….fantasia? Oppure realtà che non conosciamo e non sappiamo se accettare o no?
Una Saga, nove racconti in crescendo fino al finale a sorpresa…

Capitolo 1

Il signore della notte

Il parcheggio era illuminato e appena Alice scese dalla macchina si fece avanti un ragazzo con una divisa rossa e viola che le sorrise.

– Buona sera, signorina, posso vedere il suo invito?

Lei tirò fuori dalla borsetta la busta color crema e la porse al giovane che controllò su una lista e poi glielo restituì, dicendo gentile:

– Lasci pure a me le chiavi della macchina, la farò accompagnare alla villa.

Alice guardò il lungo viale alberato ed illuminato da piccoli falò ai due lati, l’idea di camminare con i suoi tacchetti a spillo in mezzo alla ghiaia bianca non la rendeva particolarmente felice, ma un piccolo veicolo azzurro come quelli dei campi da golf le si affiancò e il giovane lo indicò.

– Ecco il suo taxi, signorina! Buona serata e si diverta!

Lei salì di fianco al guidatore, un altro ragazzo con la stessa divisa rossa e viola e il veicolo si mise in moto a piccoli saltelli sulla ghiaia. 

La ragazza sorrideva tra sé, Mister Pavlov era riuscito a dare un tocco di classe persino al trasferimento dal parcheggio alla villa! 

Immaginò che la festa sarebbe stata suntuosa e si congratulò con sé stessa per aver scelto quell’abito lungo e molto particolare, di una seta leggerissima sulle tonalità del rame e del turchese accostate a dei fili d’argento sottili che si dipanavano come una ragnatela. Si strinse nella sciarpa di seta nera, un po’ di apprensione che la rendeva nervosa, non era mai stata invitata prima di allora alle feste di Mister Pavlov e non sapeva bene cosa aspettarsi. 

Era stata scelta dallo Studio di Commercialista in cui lavorava da anni per seguire da vicino gli affari di Daniel Pavlov, un emigrato russo che aveva fatto una fortuna giocando in Borsa, si diceva e che ora aveva creato un impero, i suoi affari che spaziavano dal settore auto a quello del petrolio, dalle acciaierie alle squadre sportive. Alice lo conosceva personalmente, era stata spesso a casa sua, ma non era mai stata invitata ad una delle sue feste, feste di cui le cronache cittadine parlavano poi per settimane. 

Scese dal veicolo davanti all’ingresso e fece i pochi scalini, un po’ nervosa. 

Non sapeva bene che fare, avrebbe dovuto andare a cercare Daniel Pavlov? 

Salutarlo, ringraziarlo… la sala era grande e illuminata da lampade sparse su bassi tavolini, appese alle pareti, lampade con luci soffuse così che il tutto sembrava immerso in una atmosfera dorata, rosata; c’erano i più bei nomi della creme cittadina, donne affascinanti con splendidi abiti da sera, uomini in uniforme, in frac, un lieve chiacchiericcio che non raggiungeva se non il livello di brusio, qualche risata. 

Alice rimase ferma sulla soglia, la sciarpa nera che le sembrava un salvagente a cui aggrapparsi, gli occhi che cercavano in giro un viso conosciuto. 

Vide Daniel Pavlov con al braccio la moglie, paffutella e con un orribile vestito rosa confetto pieno di volants che veniva verso di lei e fece un paio di passi, incerta. L’uomo, sulla cinquantina, magro e con un viso lungo, da asceta, le prese la mano, l’accento russo che non era riuscito a cancellare in più di vent’anni di residenza all’estero.

– Mia piccola Alice! Sono felice che tu sia venuta! Conosci mia moglie Maria, vero?

La ragazza strinse la mano un po’ sudaticcia di Maria.

– Sì, certo, ci siamo già incontrate.

Pavlov fece un gesto includendo la grande sala.

– Tu vai in giro, adesso. Conosci gente, ci sono molti giovanotti piacevoli che ti faranno la corte, attenta a non cadere con il primo che capita!

Rise della sua battuta e la prese per un gomito, spingendola verso i gruppetti tra i quali giravano camerieri con vassoi pieni di bicchieri e tartine.

– Se tu trovi uno che ti piace, vieni da me ed io ti dirò se vale la pena, OK?

 

Oppure Acquista un eBook Kindle

DETTAGLI
  • Tipologia: Stampato
  • Editore: Baciami Editore
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 9788899206079
  • Dimensioni: 15cm x 21cm con copertina morbida
Recensione dei lettori

Valutazione media del cliente

0 Ratings
Recensisci per primo “Vampire”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ancora non ci sono recensioni.

Registration

Forgotten Password?